Comprensione delle caratteristiche dell'offerta e della domanda

Secondo McNair e Meriam, la comprensione delle caratteristiche della domanda e dell'offerta implica la conoscenza di domande come la seguente:

1. La domanda è elastica o anelastica?

Dove la domanda è elastica, un dato cambiamento nella fornitura porterà un cambiamento meno severo nel prezzo rispetto a dove le richieste sono anelastiche.

2. L'offerta della merce può essere cambiata rapidamente, lentamente o solo periodicamente?

Quando si verifica un cambiamento nella domanda di una merce, la natura e l'entità della variazione del prezzo saranno determinate in larga misura dalla risposta dell'offerta. Questo, a sua volta, dipende dalle condizioni di produzione, dall'entità della capacità produttiva inutilizzata e dalla disponibilità di trasporto.

La fornitura di prodotti fabbricati e prodotti minerari può essere ordinariamente aumentata rapidamente sotto lo stimolo della crescente domanda. Allo stesso modo, la loro offerta può anche essere ridotta in risposta a un calo della domanda. L'offerta di prodotti agricoli, di norma, non può essere variata rapidamente in risposta alle variazioni della domanda. Quindi, i loro prezzi tendono a fluttuare ampiamente.

3. C'è una differenza nell'influenza relativa dell'offerta e della domanda sul prezzo; E se sì, quale è più importante?

Esistono molte materie prime, in particolare i prodotti agricoli, la cui domanda rimane abbastanza costante ma la cui offerta cambia sostanzialmente. Per tali prodotti, il consulente in materia di prezzi potrebbe dedicare la sua attenzione principale a un'analisi dell'offerta.

Nel caso di prodotti fabbricati, la cui domanda cambia drasticamente ma la cui offerta può essere prontamente adattata alle variazioni della domanda, l'accento principale dovrebbe essere posto sull'analisi della domanda. Per alcuni prodotti, l'importanza relativa dell'offerta e della domanda cambia stagionalmente. Ad esempio, nel caso del cotone, il fattore di approvvigionamento esercita un'influenza dominante sul prezzo durante la semina, la crescita e le stagioni di raccolta, mentre le condizioni della domanda sono più importanti durante altre parti dell'anno.

4. Le modifiche al prezzo di una determinata merce dipendono dalle variazioni del prezzo di alcune materie prime correlate?

I prezzi di molti manufatti dipendono dai prezzi delle loro materie prime, in particolare dai prezzi correnti delle materie prime. Qui entra in gioco il concetto di costo di sostituzione. Il produttore prenderà in considerazione non i prezzi a cui sono state acquistate le materie prime effettivamente utilizzate, ma i prezzi correnti di tali materie prime. La determinazione del prezzo dei manufatti richiederebbe pertanto una previsione dei prezzi delle materie prime in questione.

Tuttavia, ci sono molti manufatti in cui i prezzi delle materie prime potrebbero non avere un effetto significativo sul prezzo del prodotto finale. Ad esempio, fino a poco tempo fa, il costo della carta non ha inciso in modo significativo sul costo del libro. Sarebbe quindi utile conoscere la categoria a cui appartiene il prodotto fabbricato.

5. La merce è un prodotto principale o un sottoprodotto?

Ciò fa una grande differenza nell'analisi e nella previsione dei prezzi. Nel caso di un sottoprodotto, è probabile che il prezzo fluttui piuttosto ampiamente, perché la fornitura di un sottoprodotto non cambia in modo sensibile ai cambiamenti nella sua domanda, ma cambia in base alle variazioni della produzione del prodotto principale.

Pertanto, la produzione prospettica del prodotto principale è una considerazione decisiva nella stima dell'offerta e del prezzo futuri del sottoprodotto. Si può inoltre notare che nel fare una previsione dei prezzi di un sottoprodotto, non occorre prestare attenzione ai suoi costi di produzione, perché i sottoprodotti non sono prodotti per il loro stesso interesse.

6. La fornitura è prevedibile e controllabile?

Potrebbe essere possibile cambiare sostanzialmente la fornitura di una merce, ma questo cambiamento potrebbe essere imprevedibile e fuori controllo. Ad esempio, l'aumento delle forniture di petrolio greggio dipenderebbe dalla natura incerta del petrolio che colpisce. L'elemento dell'imprevedibilità dell'offerta rende incerte le prospettive di prezzo.

7. Esiste un controllo politico o altro non economico sull'offerta o sul prezzo della merce ed è probabile che tale controllo venga modificato?

La natura artificiale di questi controlli costituisce un elemento instabile perché i dispositivi di controllo artificiali sono costantemente soggetti a guasti. Per un tempo piuttosto lungo, ci fu un controllo dei prezzi su cemento e acciaio. Ma a causa della grave penuria di queste importanti materie prime, i mercati neri si sono sviluppati e il governo alla fine ha dovuto abolire questi controlli per fornire prezzi incentivanti per aumentare la loro produzione.

8. Qual è la situazione competitiva tra i produttori della merce?

Nei casi in cui un produttore dominante è leader del mercato, la sua probabile politica dei prezzi sarebbe il fattore significativo nel fare una previsione dei prezzi. Se esiste una concorrenza monopolistica tra alcuni forti produttori, le variazioni dei prezzi possono essere limitate in un intervallo relativamente ristretto. Se, d'altra parte, vi è una forte concorrenza sui prezzi e pronto a ricorrere al taglio dei prezzi, le fluttuazioni dei prezzi sarebbero più ampie e più incerte specialmente nel mercato di un acquirente.

9. Il prezzo è fissato nel mercato nazionale o mondiale?

La risposta a questa domanda fissa i limiti geografici alla misurazione dei fattori determinanti del prezzo. I prezzi della maggior parte delle materie prime importanti sono stabiliti nel mercato mondiale, ad esempio, stagno e gomma.

Inoltre, i prezzi dei prodotti fabbricati, anche di quelli che sono fabbricati e venduti sul mercato interno, sono maggiormente influenzati dalle condizioni del mondo di quanto spesso si pensi, le influenze straniere sono trasmesse attraverso le materie prime e il mercato monetario.

10. Esistono tariffe o altri ostacoli al libero flusso di merci nel commercio internazionale e in particolare è imminente qualsiasi modifica di questa situazione?

Qualsiasi cambiamento importante nelle barriere commerciali contro una merce tende ad allargare o restringere il suo mercato e, pertanto, ha un effetto di amplificazione o di depressione sul suo prezzo.

11. Gli acquirenti hanno un'organizzazione tra loro?

Un movimento unito da parte degli acquirenti tenderebbe a frenare un aumento dei prezzi nel mercato di un venditore e ad intensificare il calo dei prezzi nel mercato degli acquirenti. Ma un'organizzazione di compratori così forte da avere un'influenza significativa sul prezzo di mercato è piuttosto rara.

12. C'è integrazione nell'industria?

Laddove gli acquirenti di una commodity sono finanziariamente affiliati ai venditori in misura significativa, le fluttuazioni del prezzo della merce saranno meno sensibili al cambiamento delle condizioni di domanda e offerta di quanto avviene di solito, la contrattazione sul mercato sarà meno intensa.

Se i venditori dominano l'affiliazione, il prezzo tenderà a salire più bruscamente e diminuirà meno bruscamente di quanto sarebbe se non esistesse alcuna affiliazione; mentre se i compratori dominano, il prezzo tenderà a salire meno bruscamente e a diminuire più drasticamente.