Sistemi di accoppiamento osservati in varie specie

Sistemi di accoppiamento osservati in varie specie: 1. Monogamia 2. Poligamia e 3. Poliandria

L'accoppiamento è una specie di comportamento sociale adattato allo scambio di gameti. Abbatte l'evitamento fisico di un animale per un altro.

L'aggressività del maschio è sublimata dalla femmina che risponde al suo comportamento aggressivo dalla sottomissione. I seguenti sistemi di accoppiamento sono stati osservati in varie specie.

1. Monogamia:

Nel sistema di accoppiamento monogamico, ogni adulto riproduttore si accoppia con un solo membro del sesso opposto, il 90% degli uccelli è monogamo. Molti uccelli stabiliscono un territorio durante la stagione riproduttiva. Sia il maschio che la femmina assicurano l'approvvigionamento di cibo per i giovani. La formazione di legami a lungo termine è vantaggiosa perché si impiega meno tempo nel trovare un compagno durante ogni ciclo riproduttivo.

Negli uccelli a vita lunga, come i gabbiani, quelli che crescono con gli ex compagni hanno un maggiore successo riproduttivo a causa della minore aggressività tra i compagni e una maggiore sincronizzazione dei comportamenti sessuali. Circa il 4% delle specie di mammiferi mostra monogamia, ad es. Gibbone bianco legato.

2. Poligamia:

È il tipo più comune di sistema di accoppiamento. In questo il maschio ha accesso a più di una femmina. Nella poligamia, i maschi difendono le aree contenenti i siti di alimentazione o di nidificazione critici per la riproduzione. La scelta della compagna da parte della femmina è influenzata dalla qualità del maschio e del suo territorio. Territori che variano sufficientemente nella qualità possono raggiungere la "soglia della poligamia", il punto in cui una femmina può unirsi a un maschio già accoppiato che possiede un buon territorio rispetto a un maschio non classificato con un territorio povero. Quindi, alcuni maschi possono ottenere due o più compagni mentre altri non ne hanno. Alcuni maschi monopolizzano le femmine ed escludono altri maschi dai loro harem.

Se i maschi non sono coinvolti nell'assistenza genitoriale e hanno scarse opportunità di controllare risorse o compagni, può verificarsi la poligamia del dominio maschile. Se i movimenti femminili o le aree di concentrazione sono prevedibili, i maschi possono concentrarsi in tali aree e mettere in comune i loro segnali pubblicitari e di corteggiamento. Le femmine quindi selezionano un compagno dal gruppo di maschi. Queste aree sono chiamate lek in cui le femmine si riuniscono e difendono piccoli territori per attirare e corteggiare le femmine.

3. Poliandria:

Nel sistema polyandrous le femmine controllano l'accesso a più di un maschio. Nella maggior parte dei casi le femmine forniscono cure parentali mentre i maschi cercano nuovi compagni. Se il successo riproduttivo è basso a causa dell'alto tasso di predazione dei giovani o delle uova, le femmine producono molti discendenti. Sono stati documentati alcuni casi di poliandria in cui i maschi fanno tutte le frizioni multiple in incubazione e femmina.

Ad esempio, i siti di riproduzione della jacana americana sono limitati e divisi in piccoli territori da maschi. Le jacana femminili controllano super territori che possono comprendere le aree di nidificazione di diversi maschi. Frequentemente, diversi maschi incubano le grinfie di una femmina. In questa inversione di poligamia, le femmine si specializzano solo nella produzione di uova.

Il comportamento dell'accoppiamento può essere riassunto come (1) Sincronizzazione, in cui due animali si riuniscono e sono fisiologicamente pronti a riprodursi, (2) corteggiamento, in cui i due animali si rompono reciprocamente la tendenza all'evitamento fisico e (3) la copulazione, per cui le cellule sessuali, di solito spermatozoi, vengono trasferiti.

1. Sincronizzazione:

La sincronizzazione o il tempo del comportamento riproduttivo si verifica generalmente in primavera. Vari uccelli, pesci e mammiferi migrano verso i loro rispettivi terreni di riproduzione. Questo comportamento è solitamente causato dall'allungamento della luce diurna, che innesca un meccanismo interno che a sua volta causa la secrezione di ormoni, determinando la crescita delle ghiandole sessuali.

Il comportamento riproduttivo potrebbe non verificarsi simultaneamente in tutti i membri della specie. Potrebbe esserci una considerevole variazione tra maschi e femmine. In alcuni animali, sono necessari gli stimoli del maschio per indurre un comportamento riproduttivo nelle femmine, e in altri casi gli stimoli del segno hanno origine dalla femmina.

2. Corteggiamento:

Il comportamento riproduttivo che ha luogo prima della copulazione è riferito al comportamento di corteggiamento. Una funzione del comportamento di corteggiamento è l'identificazione dei compagni del giusto sesso e delle specie. Dove è presente il dimorfismo sessuale, maschi e femmine della stessa specie si riconoscono per la loro apparenza. In alcuni casi, il riconoscimento comportamentale sostituisce il comportamento visivo.

Ad esempio, il comportamento degli svassi crestati sessualmente maturi differisce da quello dei maschi immaturi o delle femmine. Il maschio maturo si mostra erigendo la sua cresta e tenendo le ali spiegate per esagerare le dimensioni del suo corpo. Cicloidi maschi (una famiglia di pesci tropicali) alzano le pinne dorsali e battono l'acqua con la coda. Tale comportamento consente ai partner di riproduzione di localizzarsi a vicenda anche quando sono separati da distanze piuttosto grandi.

Nelle specie predatrici, il corteggiamento inibisce la risposta aggressiva evocata dalla presenza di altri individui all'interno di un determinato territorio. Un giovane orso polare, ad esempio, attacca tutti gli altri orsi polari, maschi o femmine, che cercano di invadere il territorio di caccia che ha tracciato per sé. Durante la stagione riproduttiva, tuttavia, gli orsi maschili alterano il loro comportamento nei confronti della femmina che rassicura la femmina che è sicuro avvicinarsi al maschio.

In alcune specie, le attività di corteggiamento svolgono anche una funzione selettiva. Tra le pecore bighorn delle Montagne Rocciose, i maschi di età riproduttiva si impegnano in combattimenti; il perdente viene scacciato. Questo modello comportamentale assicura che le femmine si accoppiano con il più forte e il più sano tra i maschi.

3. Copulazione:

Il comportamento che si svolge durante il periodo della fecondazione è chiamato copulazione. Nei vertebrati inferiori, alcuni tipi di comportamenti aiutano a coordinare il rilascio delle uova e dello sperma. Ad esempio, la salamandra maschio accarezza la femmina, stimolando così a liberare le sue uova, quando è presente per fecondarle. Nel pesce, lo stimolo è spesso un modello di nuoto irregolare piuttosto che un ictus.

Nelle specie di vertebrati con fecondazione interna, il comportamento dell'accoppiamento prepara sia la femmina che il maschio per l'atto della copulazione. Immediatamente dopo la fecondazione o la copulazione, le risposte comportamentali di molte specie servono a diminuire l'interesse del maschio in quella particolare femmina, sebbene un'altra femmina possa essere in grado di suscitare una seconda risposta di accoppiamento.