Saggio sull'eco-turismo: definizione, obiettivo, funzione e altri dettagli

Saggio sull'eco-turismo: definizione, obiettivo, funzione e altri dettagli!

Entro la fine del XX secolo, il turismo è diventato la più grande industria al mondo, e ora è considerata l'industria in più rapida crescita del mondo. L'Organizzazione mondiale del turismo (WTO 1996) prevede che il turismo internazionale aumenterà di circa il 4% l'anno fino al 2010.

Fino all'inizio del secondo decennio del secolo scorso, il turismo era considerato un settore di attività redditizio, senza ovvi vincoli alla crescita, poche barriere all'ingresso sul mercato, un'accoglienza quasi universale da parte dei governi e pochi requisiti normativi efficaci da adottare l'ambiente in considerazione.

Le organizzazioni commerciali, sia grandi che piccole, agivano in base al "Principio di auto interesse di Dowkin". Con tale sfrenata e rapida crescita dell'attività turistica, non c'è da meravigliarsi se l'impatto dello sviluppo turistico in gran parte non pianificato è stato sentito profondamente come incombente sull'ambiente, sull'ecologia e sulle persone o la comunità.

Sulla scia di questi impatti, c'è bisogno di un turismo alternativo in modo da poter preservare il turismo con i suoi benefici anche per le prossime generazioni. E il risultato è il concetto di eco-turismo. Pertanto, lo sviluppo del turismo sostenibile è diventato uno degli elementi essenziali del nuovo paradigma del turismo dal "turismo di massa" al "turismo sostenibile".

L'ecoturismo è ora un'area di grande crescita a pieno titolo. È in questo contesto che l'ASSOCHAM ha organizzato un Conclave internazionale sul turismo per lo sviluppo sostenibile durante il 10-11 dicembre 1999 a Nuova Delhi.

Dopo tre anni, le Nazioni Unite hanno dichiarato l'anno 2002 come "Anno della montagna e dell'ecoturismo". L'Organizzazione mondiale del turismo (OMC) ha dichiarato il tema della Giornata mondiale del turismo da osservare il 27 settembre 2002 come "Eco-turismo: La chiave dello sviluppo sostenibile. "

Anche se l'ecoturismo assume così tanto significato nel contesto attuale, rappresenta una piccola parte del mercato del turismo globale - le stime attuali variano solo tra il 3 e il 7%. L'ecoturismo è generalmente considerato più che un semplice turismo verso le aree naturali.

Tuttavia, dall'introduzione formale del termine da parte di Ceballos-Lascurain quasi tre decenni fa, le controversie sugli usi appropriati del termine e l'incoerenza nella sua applicazione hanno ostacolato lo sviluppo del concetto e la sua realizzazione pratica in siti specifici.

Coloro che sono in prima linea nella ricerca e nello sviluppo dell'ecoturismo ora forniscono definizioni, che affrontano gli obiettivi fondamentali della conservazione delle aree naturali e dello sviluppo locale. Ad esempio, The Ecotourism Society definisce l'ecoturismo come "Viaggio mirato verso le aree naturali per comprendere la cultura e la storia naturale dell'ambiente; facendo attenzione a non alterare l'integrità dell'ecosistema; producendo opportunità economiche che rendono la conservazione delle risorse naturali benefica per la popolazione locale ".

La Commissione della World Conservation Union (IUCN) sui parchi nazionali e le aree protette (CNPPA) definisce l'ecoturismo come "Viaggio e visita ecologicamente responsabili verso aree naturali relativamente indisturbate, al fine di godere e appropriazione della natura (e di eventuali caratteristiche culturali di accompagnamento passate e presenti) che promuove la conservazione, ha un basso impatto sui visitatori e prevede un coinvolgimento socioeconomico attivo benefico della popolazione locale ".

Una delle migliori definizioni di ecoturismo è quella fornita dalla Strategia Nazionale Ecoturistica Australiana che afferma: "L'ecoturismo è un turismo basato sulla natura che implica educazione e interpretazione dell'ambiente naturale ed è gestito per essere ecologicamente sostenibile".

Le definizioni sopra riportate indicano che l'ecoturismo è un fenomeno complesso, che implica l'integrazione di molti fattori tra cui turisti, persone residenti, fornitori, manager e molteplici funzioni. Nell'ecoturismo, le aree naturali e la popolazione locale sono unite in una relazione simbolica attraverso l'introduzione del turismo.

Un ecoturismo del suono è caratterizzato dai quattro tratti distintivi chiave che lo distinguono dalla natura semplice, dalla fauna selvatica o dal turismo d'avventura.

I quattro segni distintivi sono che i progetti di ecoturismo dovrebbero:

1. Essere progettati, costruiti e azionati in modo da lasciare una "impronta morbida".

2. Contribuire denaro all'economia locale e ai servizi della comunità locale.

3. Contribuire finanziariamente alla protezione dell'ambiente.

4. Educare visitatori e membri della comunità locale.

Le definizioni di ecoturismo si concentrano su tre aspetti significativi vale a dire. natura, turismo e comunità locali. Si differenzia in modo significativo dal turismo di massa che mira a consumare la natura lasciandola impoverita su più di un fronte. Conservazione, sostenibilità e diversità biologica sono i tre aspetti correlati dell'ecoturismo.

Come strumento di sviluppo, l'ecoturismo può far avanzare i tre obiettivi fondamentali della Convenzione sulla diversità biologica:

1. Conservare la diversità biologica (e culturale), rafforzando i sistemi di gestione delle aree protette (pubbliche o private) e aumentando il valore dell'ecosistema sano.

2. Promuovere l'uso sostenibile della biodiversità, generando reddito, posti di lavoro e opportunità di business nell'ecoturismo e nelle reti aziendali correlate.

3. Condividere i benefici degli sviluppi dell'ecoturismo in modo equo con le comunità locali e le popolazioni indigene, ottenendo il loro consenso informato e la piena partecipazione alla pianificazione e alla gestione delle imprese di ecoturismo.

Il forte orientamento del settore ecoturistico verso principi, linee guida e certificazioni basate su standard di sostenibilità gli conferiscono una posizione insolita nel settore del turismo.

L'ecoturismo è visto come un mezzo per proteggere le aree naturali attraverso la generazione di reddito, l'educazione ambientale e il coinvolgimento della popolazione locale in tali modi; sia la conservazione che lo sviluppo saranno promossi in modo sostenibile.

Sebbene sia difficile da misurare, si ritiene che l'ecoturismo sia il segmento turistico in più rapida crescita. L'ecoturismo è diventato di recente la panacea che ci consente di cercare in modo aggressivo i dollari del turismo senza danni evidenti agli ecosistemi, poiché le risorse selvatiche non vengono raccolte e non vi è apparentemente uno sviluppo associato.

Come concetto, l'ecoturismo ha preso recentemente slancio in India, ma come stile di vita gli indiani praticano l'ecoturismo da tempi immemorabili alla natura e al ricco patrimonio culturale.

I principali obiettivi dell'ecoturismo sono:

un. Fornitura di benefici socioeconomici.

b. Fornitura di servizi ambientali.

c. Conservazione delle aree naturali.

d. Fornitura di esperienza di alta qualità.

e. Promozione di difesa dell'ambiente.

Le funzioni fondamentali dell'ecoturismo includono:

un. Protezione dell'area naturale

b. Generazione di denaro

c. Formazione scolastica

d. Turismo di qualità

e. Partecipazione locale

Successo dell'ecoturismo:

Sfortunatamente, l'ecoturismo non avrà successo senza una gestione efficace e il quadro, che è stato presentato, sarà di scarsa importanza in assenza di adeguate disposizioni istituzionali e impegni amministrativi.

Lo sviluppo di relazioni positive tra persone, risorse e turismo è molto improbabile che si verifichi senza l'attuazione di politiche efficaci, strategie di gestione e il coinvolgimento di una vasta gamma di organizzazioni, comprese le ONG e altre agenzie di sviluppo. Per avere successo nell'ecoturismo dovremmo seguire un processo.

I vari passaggi di questo processo possono includere quanto segue:

un. Per valutare il suo impatto.

b. Pianificare lo sviluppo del turismo sulla base della sostenibilità.

c. Coinvolgere la comunità locale.

d. Assistere e incoraggiare la partecipazione delle ONG.

e. Per facilitare il funzionamento dello sviluppo dell'ecoturismo.

f. Per esaminare il processo di sviluppo.

Opzioni per la raccolta delle entrate:

Sappiamo che il turismo è un importante strumento economico e contribuisce allo sviluppo dei paesi. Ma nel caso dell'ecoturismo dobbiamo generare entrate per fare della teoria una pratica. E il successo dell'ecoturismo dipende dalla qualità del turismo. E questo dipende dallo sfruttamento delle risorse e dalle entrate generate.

Durante lo sviluppo dell'ecoturismo, possiamo optare per diversi metodi di generazione di entrate come segue:

1. Biglietto d'ingresso

2. Tassa di utilizzo dello stabilimento

3. Diritti di licenza / permesso

4. Vendite, canoni

5. Donazioni sul posto

6. Collezione dei Tour Operator

7. Raccolta da altre fonti legate al turismo

Possiamo dire che l'ecoturismo non è né un concetto semplice da definire né un fenomeno diretto da implementare e valutare. L'ecoturismo dovrebbe essere considerato più che turistico rispetto alle aree naturali e dovrebbe essere visto come un mezzo per combinare gli obiettivi di conservazione delle risorse e lo sviluppo locale attraverso il turismo in modo sinergico.

Ciò significa che occorre prestare attenzione per garantire che gli obiettivi dello sviluppo del turismo non interferiscano con gli obiettivi di protezione delle aree naturali e della biodiversità. Tutte le parti interessate allo sviluppo del turismo dovrebbero salvaguardare l'ambiente naturale al fine di ottenere una crescita economica solida, continua e sostenibile, orientata a soddisfare equamente i bisogni e le aspirazioni delle generazioni presenti e future.